top of page

Intesa San Paolo sveglia i suoi clienti con una brutta sorpresa... leggi questo articolo

Updated: Sep 24

Il nuovo CEO di Intesa San Paolo nella direzione della digitalizzazione chiude bancomat, filiali e sposta i clienti con il favore delle tenebre verso la loro banca online ISYBANK per aumentare i profitti (costi) della banca diminuendo i servizi offerti al pubblico.


Vi riporto qui una mail di un nostro collega che aveva un conto corrente da molti anni in INTESA SAN PAOLO, un cliente digitalizzato che non andava spesso in filiale e generava ricavi per la banca con operazioni in autonomia di recente si era recato in banca per informarsi su un mutuo che avrebbe fatto da li a breve (perciò avrebbe portato altri ricavi a quest'ultima).


" Buongiorno, oggi vi volevo segnalare lo strano caso di Intesa San Paolo. Mi è arrivata una mail con cui si dice che verrò trasferito a ISYBANK una banca online che non ho scelto e che non posso rifiutare in quanto, ben nascosto nella app e senza nessuna comunicazione mail o cartacea, mi si diceva che da li a 30 giorni il conto sarebbe cambiato.


Chiamando il numero verde di Intesa e aspettando circa 15 minuti per per parlare un operatore mentre cercavo di essere quanto più conciliante e tranquillo ho chiesto cosa si potesse dunque fare e la risposta è stata... mi hanno attaccato il telefono in faccia... ecco che risposta mi hanno dato.


Capite bene che ora in risposta cambierò banca. Per farlo ho contattato un amico di una banca rete famosa in televisione e nelle pubblicità. In pochi minuti e online mi ha aperto il conto e fatto il trasferimento di addebiti e accrediti.
Così già che cambierò l'IBAN per darlo al mio datore di lavoro sarà perché l'ho deciso io e non qualche manager a cui non importa nulla di me.
E il mutuo anche se mi costasse uno zero virgola in più, di certo non lo farò in Intesa San Paolo. "

Leggendo su internet potete vedere questa disavventura non è capitata solo a lui. Abbiamo milioni di correntisti che dall'oggi al domani dovranno cambiare le loro abitudini e il loro modo di lavorare.


Ma perché questa migrazione non è da prendere alla leggera:

  1. In primis il modo in cui è stata fatta rappresenta il simbolo di come non si dovrebbe fare banca. Il cliente è all'ultimo posto come i buoi al macello.

  2. Si passa dalla prima banca del paese ad una banca online appena nata con garanzie e sicurezza nettamente minori.

  3. Viene cambiato l'IBAN (pur essendo nello stesso gruppo) e per quanto dicono che effettueranno il trasferimento degli SDD sarà vostra responsabilità comunicarlo ai datori di lavoro, creditori, clienti ecc ecc.

  4. Si paga di più e i servizi vengono tolti. Intesa per farsi pubblicità ha lanciato un conto a zero canone per tutti i clienti sotto i 35 anni. Con IsyBank questo viene abbassato a 30 e oltre si paga 102 euro senza possibilità di azzerare il canone nemmeno se siete Briatore.

  5. Non potete più rivolgervi alle filiali di Banca Intesa che per quanto ne sappiamo non aveva grandi code ma ci sembra una manovra per licenziare nuovi addetti, chiudere filiali e togliere altro lavoro a questo martoriato settore.

Ultimo punto gli stessi utilizzatori di IsyBank non sono proprio così soddisfatti:

Per avere un raffronto Banca Mediolanum e Fineco hanno un rating superiore a 4 mentre Isybank di soli 2,6.


Insomma da tecnici vi possiamo dire che quanto fatto purtroppo è legale e sta a voi recedere il contratto e andare in una banca diversa, speriamo migliore rispetto alla precedente.


A nostro modesto modo di vedere le scelte sono votate ad aumentare i bilanci facendo cassa sui poveri, ignari consumatori e clienti bancari che ancora una volta si trovano con le spalle al muro e inermi difronte a scelte sconsiderate.


Il modo migliore per ribellarsi è cambiare e rimanere informati con FinEdu che mira proprio a tutelarvi e difendervi.


Sul sito di consumatori.it se ne leggono moltissime ed è iniziata una class action, vi lasciamo qui i commenti.


Ora a voi la parola...



Se volete condividere le vostre esperienze scrivete qui o a noi direttamente per trovare una soluzione e non dimenticate di inviare questo articolo ai vostri amici e parenti.


1,089 views0 comments
bottom of page