top of page

Ci aspetta un nuovo 2008? Cosa sta succedendo sui mercati?

Parte tutto giovedì quando SVB Silicon Valley Bank chiede un aumento di capitale.


SVB è la 16° banca degli Stati Uniti d’America che deve la sua fortuna proprio alla zona in cui è collocata e alla sua peculiare attività di VC (Venture Capital o di finanziatore di start up) specie di piccole aziende tecnologiche. A seguito della svalutazione del suo portafoglio in bilancio e ad una diminuzione dell’equity è dovuta ricorrere alla richiesta di nuovi capitali sul mercato.


La somma di questi due eventi ha causato una corsa agli sportelli dei tanti clienti e imprese della banca che hanno portato a una “banca rotta” direbbero gli storici in quanto hanno chiuso le filiali e chiesto l’intervento della FED (la Banca Centrale Americana).


Pensate che solo venerdì c’è stato una fuoriuscita dal circuito bancario americano di 46,8 miliardi di dollari un record che ci riporta in dietro proprio al 2008.


Come se non bastasse a mandare in paranoia gli investitori anche Signature Bank, la piccola banca di New York famosa per essere una depositaria di fondi, aziende e exchange crypto ha chiuso i battenti.

Qui di seguito vi riportiamo l’andamento della SVB con quello di BTC (Bitcoin) che apparentemente non ha nulla in comune ma che nella pratica ha portato una cerca correlazione giornaliera.



Per chiudere il cerchio Musk ha fatto un Twit in cui afferma di essere interessato ad acquisire la SVB.


Vi stareste chiedendo come siamo arrivati a questo punto e cosa c’è da fare… ma vi aggiungo che il signor Joseph Gentile potrebbe dircelo in quanto è un loro manager ed ex CFO di Lehman Brothers’.

Non ci credete? Leggete la sua biografia ripubblicata da FOX NEWS…



Prima che corriate in banca a ritirare tutti i soldi spinti dai pennivendoli che ne stanno tirando di ogni per raccogliere il vostro senso di paura e sconforto vorremmo darvi un po’ di informazioni in più!

Partendo dal dirvi che non siamo così preoccupati perché il sistema bancario oggi è più pronto di allora e questi due casi rappresentano un caso isolato e non corriamo il rischio di contagio.


1) Le due banche erano banche “piccole” per il sistema finanziario americano

2) Entrambe si trovano a questo punto perché erano estremamente specializzate, poco diversificate e hanno risentito di alcuni effetti peculiari

3) La FED e il governo si stanno muovendo in modo rapido e deciso.


Il primo punto è perché SVB fosse un VC travestito da banca che raccoglieva denaro da azionisti e correntisti per investirlo in start up, obbligazioni, titoli di stato e MBS.

Era comune la pratica di acquisto di debito da parte delle start up stesse con uno scambio di azioni. Questo ha portato alla fortuna negli anni scorsi della banca mentre invece oggi con l’aumento dei tassi di interesse e il rallentamento del settore tecnologico si trasforma in una spada di Damocle.


Con sempre più start up verso la chiusura e la svalutazione del portafoglio titoli per l’aumento dei tassi di interesse questo ha portato alla svalutazione che dicevamo prima. Forse qualcuno potrebbe dire che il management doveva essere un po’ più prudente… ma visti i precedenti degli stessi…


Il punto però è che il numero uno della FED, Powell è già intervenuto mettendo in garanzia con i titoli a breve del tesoro i correntisti anche sopra i 250 mila dollari per ora garantiti dal FDIC. Il fondo interbancario potrebbe intervenire coprendo le perdite su tutte le altre banche che non hanno gli stessi problemi visto che Biden ha garantito che tutte le misure verranno intraprese ma che i contribuenti americani non copriranno le perdite.



Conclusione, il mercato è colto dallo stupore e dallo sconcerto che ciò sia potuto avvenire con il disinteresse delle autorità e che questo possa portare ad un inizio di crisi sistemica come nel 2008.

Dal nostro canto invece possiamo dirvi che il caso è isolato e le contromisure sono all’altezza della situazione memori proprio dell’esperienza del 2008. Ma soprattutto che le banche oggi sono molto più solide rispetto al passato e che l’aumento dei tassi sta portando benefici ai bilanci bancari e che tutto sommato godono di buona salute.


56 views0 comments

Kommentare


bottom of page