top of page

Misuriamo la temperatura dei mercati

Quando si parla di mercati spesso si parla di prezzi, andamenti e tendenze ma per capire lo stato d'animo o la temperatura sui mercati, se di paura o euforia si deve guardare alla volatilità.


In questo periodo di forte intercetta tra banchieri centrali indecisi su come continuare la stretta monetaria e i dati misti sull'economia mondiale e bilanci bancari torniamo a focalizzarci sui numeri e sulle certezze.


In primis vi vado a mostrare come da inizio anno le cose stiano rapidamente cambiando.

Durante l'anno scorso abbiamo puntato sul dollaro come bene rifugio, sulla diversificazione del MSCI world e sul VIX per coprirci e ovviamente sugli energetici.

Quest'anno si è rovesciato tutto, con l'Europa che doveva essere l'area geografica più influenzata dal conflitto ha messo a segno un importante rialzo, seguita solo sotto dagli USA e dalla Cina.

Il VIX sta scendendo inesorabilmente molto sotto la soglia di 30 (di preoccupazione) e di di 20 (tranquillità), i mercati non si stanno più muovendo in mancanza di notizie precise e dopo aver attualizzato tutte quelle negative.

Non a caso l'acquisto su uno strumento short/reversal sul VIX ci sta portando un rendimento a doppia cifra. L'unico nostro pentimento e non essere riusciti a metterci di più. Ciò nonostante risulta essere tra la TOP10 degli strumenti maggiormente presenti nel nostro portafoglio.


Abbiamo già parlato in un vecchio articolo di cosa sta accadendo sul fronte inflattivo e sul prezzo della materia energia che si sta portando dietro anche tutti i titoli del comparto energetico.

E questo ci ricorda quanto sia importante la diversificazione e la gestione attiva sui mercati in quanto le migliori asset class del 2022 risultano essere le peggiori o quasi di quest'anno e quindi avere un occhio attento alle dinamiche di mercato non perdendo di vista DIVERSIFICAZIONE E LUNGO TERMINE è fondamentale.


Oggi tutto questo è possibile seguendoci con un click.


Un saluto da tutto il team di analisi.


4 views0 comments

Commentaires


bottom of page